Alitalia sfida le compagnie low cost

0
603

Per il rilancio della compagnia, Alitalia pensa a una nuova segmentazione del mercato. Lo ha anticipato l’ad del gruppo, Rocco Sabelli, parlando durante la trasmissione «9 in punto» di Radio 24, condotta da Oscar Giannino. L’obiettivo sarebbe la creazione di un «prodotto ad hoc» per servire gli aeroporti di provincia, quelli oggi caratterizzati dai flussi di passeggeri trasportati dalle compagnie a basso costo.

«Sbagliando, si è lasciato spazio alle low cost» ha detto Sabelli, secondo il quale esse vanno contrastate sul mercato, sul piano dell’offerta e dei costi: «Delle questioni regolamentari devono essere altri a occuparsi», ovvero le autorità italiane ed europee.
Sono state già prefissate le città su cui puntate per intensificare l’attività: Bologna, Bari, Genova, Trapani, Verona, Sicilia e Sardegna.

Il 28 marzo, inoltre, esordirà la «nuova» Air One basata a Malpensa, da cui effettuerà voli per Bari, Catania, Palermo, Napoli, Brindisi, Lamezia Terme, Trapani, Alghero, Olbia; ma anche per Il Cairo, Tirana, Tunisi, Palma de Mallorca e Ibiza.

Alitalia indubbiamente ha subito un duro arresto nel 2009, ma  ora la scelta giusta di fare è differenziare i prodotti e posizionarsi sul mercato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here